Dorothea Lange. La Storia in un volto.

Dorothea Lange La Storia in un volto Migrant Mother

Dorothea Lange, Destitute Pea Picker, 1936. Image by © CORBIS

L’indigente raccoglitrice di piselli.

La fotografia iconica di Dorothea Lange “Madre migrante” è diventata il simbolo del costo umano della Grande Depressione negli Stati Uniti. Scattata nel 1936 ritrae una donna di 32 anni di nome Florence Owens Thompson, che all’epoca era una lavoratrice migrante. Il volto stanco della donna e lo sguardo intenso rivolto verso la macchina fotografica divennero istantaneamente una rappresentazione della povertà e delle difficoltà che molti americani stavano affrontando al tempo. La fotografia divenne un importante documento degli effetti della Grande Depressione e simboleggiò le lotte dei lavoratori migranti negli Stati Uniti. Oggi, l’immagine continua ad essere celebrata come un esempio iconico di fotografia documentaria e un potente ricordo delle difficoltà delle persone comuni in tempi di crisi.

Dorothea Lange Migrant Mother Florence Owens Thompson 1936

Il primo volume delle foto
commissionate dalla FSA
a Dorothea Lange su

Usa la griglia di ricerca per un'ampia
selezione di catalogi e saggi. Scrivi o
copia/incolla:" Dorothea Lange "

Condividi:

Altri Posts

Sophia Bogle restauro libri secolari

Sophia Bogle, storia di una restauratrice di libri

Sophia Bogle, la “chirurga” dei libri. Un video illuminante punta i riflettori sull’educatrice, autrice e restauratrice di libri Sophia Bogle. Con entusiasmo e competenza, Bogle accompagna il pubblico attraverso il

sufjan stevens carrie&lowell copertina

L’elegia per la perdita secondo Sufjan

Carrie & Lowell, ovvero la sublime elaborazione del lutto. Con questo disco, avevo bisogno di tirarmi fuori da questo ambiente di finzione. È qualcosa che dovevo fare dopo la morte

Inviaci un Messaggio