Skip to content

Tobia Ravà. Memorie d’infinito

Catalogo della mostra. Legnago (Vr), Casa Museo–Fondazione Fioroni, 17 marzo – 12 maggio 2024
A cura di Maria Luisa Trevisan e Saverio Simi de Burgis

[…] Tobia Ravà ci parla di valori, principi etici e morali, di un mondo inclusivo e di un uomo riqualificato, di una dimensione spirituale in cui l’arte costruisce ed eleva l’essere umano.
Ha inventato così un suo universo originale fatto di lettere e numeri che vanno a posarsi su prati, alberi, boschi, ponti, architetture, dunque sia su elementi naturali che manufatti creati dall’uomo, nell’idea che l’essere umano debba farsi socio di Dio nella creazione e puntare all’armonia del tutto, soprattutto tra uomo-uomo e uomo-ambiente e altri esseri viventi. Analizzare o semplicemente contemplare le sue opere equivale a compiere un viaggio interiore, di sogni ed utopie. […] Da Memorie d’infinito. Una mostra diffusa di Tobia Ravà, testo in catalogo di Maria Luisa Trevisan

***

15,00 

Disponibile

[…] Nella sua proposta artistica si avverte un collegamento con le origini familiari e le antiche tradizioni ebraiche da lui sondate nelle relazioni analogiche tra memoria e immagini, tipica della mnemotecnica lulliana così trasmessa almeno fino a Giordano Bruno. Evidenti anche i richiami ai numeri e alle parole insite nella ghematrià che come potente sistema di interpretazione del testo biblico, Tobia Ravà conosce bene. È questo il senso recondito, esoterico e simbolico, e nello stesso tempo reso così palese nella sua pittura in chiave essoterica che trasforma l’energia del pensiero, soprattutto creativo, in un’opera concreta che si proietta nell’infinito spirituale, oltre la fine reale della materia. In tale valenza è e diventa mistica, in quanto considerata emanazione dell’energia divina, spesso definita come la stessa luce divina, – energia pura la definirebbero i fisici quantistici – che scaturisce dall’immanifesto per diventare, ogni volta e in maniera diversa, epifania che si manifesta. Da qui anche germina la considerazione della pittura come opera alchemica, nell’accezione di un’alchimia intesa come trasformazione e sublimazione della materia che la pittura e l’arte in sé richiamano naturalmente dagli stessi semplici e costanti rimandi ai quattro elementi, acqua, aria, terra e fuoco, che ciclicamente annientano e rinnovano la materia trasformandola. […]

Dal testo in catalogo di Saverio Simi de Burgis

L’universo espressivo di Tobia Ravà è approdato a risultati a dir poco sorprendenti. Inseguendo un furor creativo basato sull’utilizzo di numeri e lettere, l’artista veneziano passa con disinvoltura dalla pittura, alla scultura e all’installazione dando origine a forme rigorose, matematiche e nello stesso tempo di strabiliante fantasia e invenzione.
Chissà se i riflessi della luce sul Canal Grande che Tobia guardava da bambino con vibrante ammirazione sono all’origine delle sue prospettive d’acqua profonde e dilatate, chissà se l’aver osservato da vicino il padre, ingegnere, al tecnigrafo, gli ha procurato l’urgenza della precisione, del calcolo, della linea e chissà se la bellezza delle architetture veneziane si è impressa così forte nella mente e nel cuore da dettargli l’amore incondizionato per le leggi dell’armonia, nell’incontro unico e speciale di arte, scienza e tecnica. Tutto il mondo creaturale di Tobia Ravà fondato sulla ghematria (il sistema numerico in cui le lettere dell’alfabeto ebraico corrispondono a numeri), traduce e trasferisce numeri e parole, lettere e frasi che interpretano il presente su una zolla di sapere antico. […]

Da Tobia Ravà, rabdomante di armonie, testo in catalogo di Lorena Gava.

 
 

Tobia Ravà. Memorie d’infinito

Legnago (VR), Casa Museo–Fondazione Fioroni , 17 marzo – 12 maggio 2024
Mostra a cura di Maria Luisa Trevisan e Saverio Simi de Burgis

Peso 0,600 kg
Dimensioni 23,5 × 23,5 × 1 cm
Dimensioni

22 x 22 cm

Pagine

72

Rilegatura

Brossura cucita

Curatori

Maria Luisa Trevisan e Saverio Simi de Burgis

Editore

Grafiche Turato Edizioni

Anno

2024

ISBN

9788898997985

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Tobia Ravà. Memorie d’infinito”